.
Annunci online

zanzara
La libertà comincia dall'ironia
 
 
 
 
           
       

**************************

C'è chi sente la pioggia... e c'è chi si bagna...

**************************

Campagna contro i Captcha

Image Hosted by ImageShack.us

**************************

Skyperisti Taglia & Cuci incalliti...

**************************

Mi trovate anche qui…


Politics Blog Top Sites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

**************************

image

**************************

Scrivimi

**************************

Pensieri sparsi...

Preferisco l'umorismo alla politica,mi pare piu' giusto ridicolizzare cose serie che spacciare per serie cose ridicole. (G. Monduzzi)

Le cose serie vanno affrontate con leggerezza. Quelle di poco conto con serietà. ("Hagakure", il codice segreto del samurai)

Io parto per strappare una stella al cielo e poi,per paura del ridicolo, mi chino a raccogliere un fiore. (Kipling)

Omnem crede diem tibi diluxisse supremum (Fa' conto che ogni giorno sia stato l'ultimo a splendere per te )

Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)

Se pensi a una cosa alle tre del mattino e poi ci ripensi l’indomani a mezzogiorno, arrivi a conclusioni diverse. (Snoopy)

Satira: E' l'umorismo quando perde la pazienza. (G. Mosca)

Umorismo: e' il sorriso dell'intelligenza. (E. Ionesco)

L'umorismo e' un modo di scrostare i grandi sentimenti della loro idiozia.(R.Queneau)

E' difficile far ridere al giorno d'oggi. E' molto più facile far piangere, basta una cipolla. (C.Marchi)

Chi sa ridere è padrone del mondo (G. Leopardi)

La fantasia è più importante della conoscenza. (A. Einstain)

**************************

 
31 gennaio 2006

Le Grandi Bugie della Storia. Prima Puntata.

 

L’Unità si appresta ad allegare all’edizione domenicale, 12 puntate de “La vera Storia” che rivela clamorosi e insospettabili retroscena su famosi eventi storici. Prefazione di Furius Columbus. Questo blog è riuscito ad avere, in esclusiva, qualche brano di cui vi rende partecipi.

Prefazione. Sin dagli albori dell’umana storia ci sono state immani catastrofi e cambiamenti, non tutti ascrivibili al fato. Coraggiosi cronisti ci raccontano verità occultate per reconditi motivi, tragedie fatte passare  come calamità naturali.  

Loro soli sapevano e con fermezza lo denunciavano, su pietra, argilla o pergamena. Senza timore indicavano la longa manus della malvagia stirpe dei Berlusconidi. Con coraggio raccontavano  dei tentativi di oscurare e censurare con ogni mezzo. Ma qualcosa è giunto sino a noi, una società segreta, i Templari della Falce e Martello, ha tramandato di generazione in generazione le preziose testimonianze.

Anche la cacciata dal Paradiso Terrestre pare sia ascrivibile ai Berlusconidi, pur mancando testimonianze certe. Il famoso serpente fu il primo della stirpe, tentò Eva, donna chiaramente di destra,  non con una mela, ma con la promessa di un posto da Velina. Adamo, ingenuo e di sinistra, si fece tentare e come andò a finire lo sanno tutti.

Partiamo dalla scomparsa, 35.000 years ago, repentina e tuttora poco chiara, dell’Homo Sapiens Neanderthal. L’Homo Sapiens Sapiens rimase l’unico padrone della terra. Graffiti rinvenuti in una grotta sull’Appennino tosco-emiliano  pongono sotto un’inquietante luce la misteriosa scomparsa.

I graffiti, fatto inusuale, portano la firma di Padellarthal, coraggioso testimone nonché graffitaro-capo degli Unithal. In quel tribolato periodo del Paleolitico la terra attraversava la cosiddetta Era Glaciale e gli ominidi migravano in cerca di terre più ospitali.

A capo dei Neanderthaliani Comunisti vi era Fassinenthal, a cui si contrapponeva il liberista Sylviosapiens capo di Forza Sapiens.  Avevano ovviamente visioni diverse su come gestire la terra e le liti erano continue.

Durante una marcia di spostamento scoppiò tra i Neanderthaliani una discussione sui Punti Prioritari per la definizione del Programma Unitario della Caccia al Mammuth.  Altri si fronteggiarono  sull’opportunità o meno  di dare la scalata al ghiacciaio Unipol. Si contrapposero Fassinenthal favorevole e Mussinthel contrario.

Intanto  Sylviosapiens, dei Berluskasapiens, secondo la ricostruzione dell’Unithal, se ne approfittava e occupava una fertile pianura dove costruiva, solo per la sua gente,  Pianura 1 e 2. Lo scopo era, come denunciò solo  l’Unithal, l’eliminazione, per congelamento, dell’Opposizione dalla scena politica Paleolitica.

L’infame manovra fu portata a termine col complice silenzio dei graffitari asserviti, in evidente conflitto d’interessi, poiché le grotte in cui scrivevano erano proprietà di Sylviosapiens.

Il perfido Sylviosapiens con la scusa di una commissione bi-grottale attirò Fassinenthal e i suoi verso un crepaccio dove caddero estinguendosi. Secondo la ricostruzione in nostro possesso non si accorsero del crepaccio perché impegnati in un sano confronto dialettico portato avanti randellandosi selvaggiamente.

A testimonianza della veridicità del  fatto c’è il racconto di un fedele lettore dell’Unità, che, di ritorno dal congresso diessino, si perse tra i ghiacci. Fu ritrovato da un S. Bernardo a cui vuotò la fiaschetta. Dopo essersi rinfrancato parlò emozionato di ciò che aveva visto. Neanderthaliani a congresso, armati di nodosi rami di Quercia,  cristallizzati  in una tragica lotta. Purtroppo non ha saputo dare indicazioni precise sull’ubicazione della grotta, ma noi gli crediamo. Uno che spende ogni giorno un euro per leggere la Verità merita rispetto.

Risulta che sopravvissero, per poco, solo Padellarthal e i suoi, che ci hanno rivelato, col loro coraggio, questa tragica storia di sopraffazioni dei Berluskasapiens.

Il Diluvio Universale, non fu voluto da Dio per punire gli uomini, come comunemente si crede. Sono state rinvenute copie in argilla del coraggioso quotidiano mesopotamico L’Unitash  che racconta  come in quei tempi antichi governasse Re Sylviamesh, che Padellaresh, coraggioso scriba-editorialista,  ci presenta come  dispotico tiranno sostenuto dal partiti Forza Tigri e Eufrate Azzurro.

Secondo l’Unithas il re li odiava, ma la coraggiosa redazione di scriba capitanata da Padellaresh non si faceva piegare dai suoi continui attacchi. Sempre l’Unitash ci narra che un giorno in cui aveva i maroni molto girati, causa i continui attacchi, Sylviamesh s’infuriò e, brandendo una copia del peso di chili tre, lanciò minacce terribili invocando l’intervento dell’avvocatura dello Ziqqurat e di Baal, dio delle tempeste.

Insieme alle minacce lanciò anche la copia di chili tre con cui stese, per sbaglio, il segretario dell’Opposizione Fassinakur. Rimediò un bernoccolo che però gli faceva meno male degli attacchi di Ruttellahq, suo perfido alleato.

In un infuocato editoriale, il severo Furiush  accusa il re, di aver tramato, con la complicità di Ziqiqu, dio dei sogni, di cui il re deteneva il monopolio, in evidente conflitto d’interessi, di gravissimo attacco all’opposizione. Solo  i coraggiosi dell’Unitash lo denunciarono in un’edizione straordinaria della loro prestigiosa tavoletta, fondata da Gramsckdu, divinità protettrice  del locale partito, i Comunisti dei Due Fiumi.

I Comunisti erano in congresso straordinario da 20 anni per decidere quale fiume mettere nel simbolo del partito. Fassinakur fu colpito mentre era intento alla trecentesima limatura  della relazione finale. L’avvocatura dello Ziqqurat non intervenne ma Baal si.

Poiché era in vacanza sul golfo arabico con la procace Isthar, dea dell’Amore, rispose che aveva da fare. Da fonti dell’Unitash risulta che mandò un piccione a Dio, suo collega che gli doveva un paio di favori. Forse la richiesta era formulata male o forse era sotto ricatto di Sylviamesh, ma Dio fece le cose in grande. L’umanità attonita subì così il Diluvio che è passato alla storia col nome di Universale.

Ora sappiamo che il Diluvio che imperversò sulla terra per 40 giorni fu colpa di Sylviamesh della crudele stirpe dei Berluskquash. Provvederemo ad informare il Vaticano che la Bibbia va riscritta alla luce delle nuove clamorose rivelazioni del nostro giornale.

Continua.

 

 




permalink | inviato da il 31/1/2006 alle 9:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (32) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

MY FAVOURITE POST

SERIAL

Previsioni Zodiacali
Uomo Internet

Odissea nello Strazio

CUORE & SUGGESTIONI
I miei Sette Vizi


L'Amore Romantico
Il Bacio

Felicità
Malinconia

Ulisse
Cleopatra

Maschi perché uccidete le donne?

Giulietta e Romeo

La Grande Bufala

SATIRA POLITICA

Quelli che..
Donne & Politica
Jurassic Park

I Puffi al Governo
Per un pugno di voti
Abolire il Senato?

Strade Smarrite
La Sinistra in Mutande
Lezione di Outlook

Salvifiche Sciampiste
Il Mucchio Selvaggio
Morfopsicologia Dinamica

Cento punti in cinque giorni
Cinque Punti Vincenti

Prodi & Riccardo III.
Prodigioso Romano

Bertinotti & Comunismo
Post it Rifondati

Grandi Bugie Storia

Dal Ragnarok al Calderolo

Parole parole parole
Politica e Cronaca

Le vignette anti-islam
Quote Rosa

Giornalismo Coraggioso
L’Unità e i cd avvelenati.

Le Relazioni Pericolose
Prodi & l'Europa
Il Comunismo

UNIVERSO GAY

L'universo Gay si racconta
Desperate Gay al Cenone
La Pornotax & Vladimir Luxuria
MUSICA & CINEMA

Deep Purple
Rolling Stones

Seven Swords
V per Vendetta. Fantapessimismo
Laylat Suqut Bagdhdad


CALCIO
Totti & C
Partita Politica

PRODIARIO
INNIURBANI
QUOTEINTELLIGENTI

LEGGI
La Repubblica

Focus

Ass.Luca Coscioni
A Buon Diritto

Libero
Ideazione/ The Right Nation
Il Giornale

Striscia la notizia
Le Iene

Ansa

Notizie Radicali
Generazioneelle

GattaSofia

Perla
Daniela
Freedomgirl
Vica
PINK BLOGGER STRAORDINARIE


Maidireblog

Orpheus
I MIEI BLOGGER PREFERITI
Cruman

Guzzanti
Stefano massa
Maralai
Daw
Watergate
Fort
Carlomenegante

Freedomland

Jinzo
Ilpignolo

Martin Venator
Starsailor
L'ineffabile Weblog



Zagazig

Siro
Demian
Dorandopetri


Bisquì
Cantor

Otimaster
Antonio
Pensatore
Marshall
Mikereporter
Robinik
Kagliostro

Giulivo
AGGREGATORI


THE JOURNAL
MONDIAL POST Journal

SOCIALDUST
lamianotizia
BLOGWISE



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre        febbraio