.
Annunci online

zanzara
La libertà comincia dall'ironia
 
 
 
 
           
       

**************************

C'è chi sente la pioggia... e c'è chi si bagna...

**************************

Campagna contro i Captcha

Image Hosted by ImageShack.us

**************************

Skyperisti Taglia & Cuci incalliti...

**************************

Mi trovate anche qui…


Politics Blog Top Sites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

**************************

image

**************************

Scrivimi

**************************

Pensieri sparsi...

Preferisco l'umorismo alla politica,mi pare piu' giusto ridicolizzare cose serie che spacciare per serie cose ridicole. (G. Monduzzi)

Le cose serie vanno affrontate con leggerezza. Quelle di poco conto con serietà. ("Hagakure", il codice segreto del samurai)

Io parto per strappare una stella al cielo e poi,per paura del ridicolo, mi chino a raccogliere un fiore. (Kipling)

Omnem crede diem tibi diluxisse supremum (Fa' conto che ogni giorno sia stato l'ultimo a splendere per te )

Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)

Se pensi a una cosa alle tre del mattino e poi ci ripensi l’indomani a mezzogiorno, arrivi a conclusioni diverse. (Snoopy)

Satira: E' l'umorismo quando perde la pazienza. (G. Mosca)

Umorismo: e' il sorriso dell'intelligenza. (E. Ionesco)

L'umorismo e' un modo di scrostare i grandi sentimenti della loro idiozia.(R.Queneau)

E' difficile far ridere al giorno d'oggi. E' molto più facile far piangere, basta una cipolla. (C.Marchi)

Chi sa ridere è padrone del mondo (G. Leopardi)

La fantasia è più importante della conoscenza. (A. Einstain)

**************************

 
23 marzo 2006

Laylat Suqut Bagdhdad.

“La notte in cui cadde Baghdad” è il titolo di un gustoso film  egiziano che stà ottenendo un clamoroso successo. Recensito con toni lusinghieri persino dalla prestigiosa e americanissima bibbia del cinema,  Variety, che l’ha definito umoristico e con buone battute. Il film racconta gli Usa visti dagli arabi. Il regista descrive la pellicola come antiamericana ma che vuole anche mettere a nudo l’impotenza del mondo arabo.

Il Protagonista Tarek, faccina e fisico alla Woody Allen, è una specie di scienziato pazzo, disoccupato, dedito all’hascish che viene incaricato di creare l’arma letale che difenda l’Egitto da un’invasione americana. Il suo strampalato preside è infatti convinto che la prossima vittima delle bombe americane sarà Il Cairo e si affida appunto a Tarek e ai suoi amici come improbabili salvatori della patria.

Il simpatico dirigente scolastico per motivare le sue truppe studentesche e sollevarne il morale mostra loro un video sulle vittorie dell’Egitto. Una sorta di terapia che dovrebbe esaltare lo spirito guerriero dei demotivati egiziani. Il video della partita Egitto-Israele del ’73 in cui gli egiziani segnarono l’unico goal contro la compagine ebraica. Il calcio come metafora del riscatto. Autoironico e corrosivo.

L’idea al regista venne la notte in cui cadde Baghdad. Gli americani naturalmente sono raffigurati come brutti, cattivi o come macchiette. La pellicola  è un mix di odio viscerale per l’America ma è anche, sempre secondo il regista, Mohammed Amin, un’autocritica sull’impotenza e la paranoia araba.

Insomma, impotenza non direi, dall’11 settembre mi pare che il terrorismo islamico sia stato molto attivo e abbia dimostrato anche una certa potenza e prepotenza riuscendo a cambiare la nostra vita e le nostre abitudini a suon di attentati.

Il film è un gustoso mix di politica umorismo e sesso. Soprattutto il sesso è il filo conduttore della pellicola. I protagonisti hanno, oltre che problemi di impotenza politica  anche problemi più personali. Pare che  si eccitino solo se  moglie o amanti si travestono da Marines. Dovranno cantare anche il suggestivo inno per immedesimarsi meglio...”We fight our country's battlesin the air, on land and sea”? Non è dato sapere. Come diceva Verdone in un suo celebre film ‘o fanno strano.

Ma le perversioni vanno oltre e per alimentare le fantasie autoerotiche dei problematici discendenti dei faraoni ci vuole addirittura la serissima Condy Rice che si trasforma in  sogno erotico ballando una lasciva e supereccitante danza del ventre. La gelida e asettica Condy è protagonista anche di un bollente incontro col simpatico Tarek. Trattandosi di pellicola araba si vede ben poco, niente Basic Instinct in salsa islamica insomma, ma  sembra si comprenda benissimo che succede. Come direbbe la mia opinionista preferita Vlady, un’apoteosi di vedo non vedo.

Metafora politica come spiega il regista “Nel sesso Tarek è dominante e siccome lui odia l’America, dominando a letto la Rice lui domina l’America”. Ecco. Ottima alternativa ai bombardamenti e attentati terroristici.
Non si sa cosa ne pensi Condy, nel suo recente viaggio in Egitto ha diplomaticamente glissato sulla faccenda. L’ha difesa la stampa governativa definendo la pellicola adolescenziale e priva di visione politica. Adolescenziale nell’impostazione e sicuramente con una  visione poco politica.

Come direbbe il grande Woody Allen “Sex is not the answer. Sex is the question. Yes is the answer”.

 




permalink | inviato da il 23/3/2006 alle 9:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (71) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

MY FAVOURITE POST

SERIAL

Previsioni Zodiacali
Uomo Internet

Odissea nello Strazio

CUORE & SUGGESTIONI
I miei Sette Vizi


L'Amore Romantico
Il Bacio

Felicità
Malinconia

Ulisse
Cleopatra

Maschi perché uccidete le donne?

Giulietta e Romeo

La Grande Bufala

SATIRA POLITICA

Quelli che..
Donne & Politica
Jurassic Park

I Puffi al Governo
Per un pugno di voti
Abolire il Senato?

Strade Smarrite
La Sinistra in Mutande
Lezione di Outlook

Salvifiche Sciampiste
Il Mucchio Selvaggio
Morfopsicologia Dinamica

Cento punti in cinque giorni
Cinque Punti Vincenti

Prodi & Riccardo III.
Prodigioso Romano

Bertinotti & Comunismo
Post it Rifondati

Grandi Bugie Storia

Dal Ragnarok al Calderolo

Parole parole parole
Politica e Cronaca

Le vignette anti-islam
Quote Rosa

Giornalismo Coraggioso
L’Unità e i cd avvelenati.

Le Relazioni Pericolose
Prodi & l'Europa
Il Comunismo

UNIVERSO GAY

L'universo Gay si racconta
Desperate Gay al Cenone
La Pornotax & Vladimir Luxuria
MUSICA & CINEMA

Deep Purple
Rolling Stones

Seven Swords
V per Vendetta. Fantapessimismo
Laylat Suqut Bagdhdad


CALCIO
Totti & C
Partita Politica

PRODIARIO
INNIURBANI
QUOTEINTELLIGENTI

LEGGI
La Repubblica

Focus

Ass.Luca Coscioni
A Buon Diritto

Libero
Ideazione/ The Right Nation
Il Giornale

Striscia la notizia
Le Iene

Ansa

Notizie Radicali
Generazioneelle

GattaSofia

Perla
Daniela
Freedomgirl
Vica
PINK BLOGGER STRAORDINARIE


Maidireblog

Orpheus
I MIEI BLOGGER PREFERITI
Cruman

Guzzanti
Stefano massa
Maralai
Daw
Watergate
Fort
Carlomenegante

Freedomland

Jinzo
Ilpignolo

Martin Venator
Starsailor
L'ineffabile Weblog



Zagazig

Siro
Demian
Dorandopetri


Bisquì
Cantor

Otimaster
Antonio
Pensatore
Marshall
Mikereporter
Robinik
Kagliostro

Giulivo
AGGREGATORI


THE JOURNAL
MONDIAL POST Journal

SOCIALDUST
lamianotizia
BLOGWISE



me l'avete letto 791255 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     febbraio        aprile