Blog: http://zanzara.ilcannocchiale.it

Dal vizzietto al Gay Pride

In questi giorni si parla molto di gay. Agli italiani la questione appassiona poco nonostante psicologi in cerca di gloria si affannino produrre editoriali che ben pochi leggono,  e ancor meno sono quelli che li capiscono e vi si appassionano.

Io vorrei parlare di un vecchio film degli anni ’70, gli anni della Dc trionfante. Il film in questione era Il Vizzietto, interpretato in modo superbo da un grande Tognazzi. Un film che oggi sarebbe definito politicamente scorretto.Tognazzi dava una caratterizzazione del gay sui generis. Si rideva senza che nessuno si scandalizzasse. Oggi farebbe partire un'interrogazione urgente di Grillini, con conseguente,crisi  isterica. Farebbe uscire, finalmente, Luxuria dal lop dei bagni, sarebbe organizzato un gay pride urgente e un corteo di protesta della Sinistra. I gay si sentirebbero offesi, insomma il Circo Barnun mediatico al gran competo.

Allora non successe niente, si rideva, forse gli spettatori erano semplicemente più intelligenti maturi e i politici più seri, si interessavano meno alle sciocchezze e più alle cose serie. Come si dice si stava meglio quando si stava peggio, i treni arrivano in orario e l’Italia era un paese più serio.

 

Pubblicato il 15/3/2007 alle 13.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web