Blog: http://zanzara.ilcannocchiale.it

Politica e Cronaca...con commento musicale.

Follini lascia l’ufficio di via Due Macelli portandosi via la foto con Pierferdy. Lui subito gli offre un ufficio a Montecitorio. In sottofondo le note  di un  Iglesias innamorato e disperato.

“La valigia sul letto  è quella di un lungo viaggio  e tu senza dir niente hai trovato il coraggio...con l’orgoglio ferito di chi poi si ribella ma quando t’arrabbi sei ancora più bella…Se mi lasci non vale…dentro quella valigia tutto il nostro passato  non ci può stare.. Metti a posto ogni cosa e parliamone un po’...io di errori ne ho fatti, di colpe ne ho...ma quello che conta tra il dire e il fare è saper andar via ma saper ritornare”.                                                              

Bertocchi dei Cobas dichiara. “Solo in piazza io respiro”. Il fascino dei grandi spazi. Commento sonoro di Lucio Dalla.

“Santi che pagano il mio pranzo non ce n'è sulle panchine in Piazza Grande...
Dormo sull'erba e ho molti amici intorno a me..A modo mio avrei bisogno di carezze anch'io...Una famiglia vera e propria non ce l'ho e la mia casa è Piazza Grande”

I no-global a Cofferati “Vieni giù”. Il Cinese “Li avrei ricevuti ma non volevano parlarmi”…Volevano menarlo di brutto. Accompagnamento musicale affidato al sempreverde Gianni Morandi.                                 

E' un'ora che aspetto davanti al portone..Devo dirti qualche cosa che riguarda noi due..Presto scendi ..scendi... se lo rivedo gli spaccherò il muso”.

Mastella. “Voglio Emanuele Filiberto candidato a Napoli”. Dopo O Vicerè Bassolino tornano i Savoia.  Commento  affidato ad un Celentano molto cool.

“Per averti…per averti farei di tutto...Si per averti...farei di tutto…ma non ti voglio... non ti voglio senza amore… se tu scegliere non sai scelgo io che male fa... Ma senza voglia e senza futuro vado incontro tutto solo a un cielo nero”.

Un delegato al turbolento congresso del Psi  “Non mi addormento senza la foto di Bettino sotto il cuscino”. Nostalgico e romantico. Un Ligabue intimista è la colonna sonora adatta.

“Ho messo via un pò di illusioni  che prima o poi basta così ..Ho messo via un bel pò di cose ma non mi spiego mai  perchè io non riesca a metter via te ..Ho messo via un pò di legnate...i segni quelli non si può che non è il male nè la botta  ma purtroppo il livido”.

L’influenza aviaria dilaga.  Affido a Battisti il commento, con ironia. Sdrammatizziamo.

“La gallina coccodè spaventata in mezzo all'aia fra le vigne e i cavolfiori mi sfuggiva gaia...Penso a lei e guardo te che già  tremi perchè sai…che presto mia sarai...Arrossisci finchè vuoi corri fuggi se puoi Ma...non servirà”

Editoriale del New York Times, giornale bandiera dei liberal d’America “Sosteniamo entusiasticamente la rielezione a sindaco di Michael Bloomberg”. Un altro  mito infranto della sinistra. I Pooh sono lo struggente sottofondo adeguato.

Lo so..lo so..che forse è meglio ma crederci non voglio  non c'ero preparato.. è il giorno più normale  ma io sto male, male. Dammi solo un minuto un soffio di fiato...un attimo ancora..”

Aggiornamenti modaioli. Tramonta il maschio Metrosexual, arriva l’Ubersexual, modello di uomo forte e risoluto...Torna il vero uomo. Si cambia in meglio. Musica parole e grinta di Gianna Nannini.

“Tu quell'espressione malinconica e quel sorriso in più.. Stai così vicino, così immobile parla qualcosa, non ti ascolto ma... I maschi disegnati suoi metrò confondono le linee di Mirò...nelle vetrine dietro ai Bistrot...ogni carezza della notte è quasi amor..”

Divertissement  Terapeutico per dimenticare le grane quotidiane, politiche e non.

 

 

Pubblicato il 27/10/2005 alle 8.47 nella rubrica Divertissement Terapeutici.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web